And it’s just a #littlesecretfilm

And it’s just a #littlesecretfilm.

Già da tempo si guarda al mondo del web come ad un nuovo territorio vergine (o quasi) da esplorare per le infinite possibilità che offre alla distribuzione a basso costo o totalmente gratuita su vasta scala di contenuti artistici che magari attraverso i canali più tradizionali non avrebbero la possibilità di emergere. Si sa, è una questione di burocrazia, di costi, di giri di conoscenze e di pigrizia mentale del grande pubblico che rende l’arte, in questo caso la cinematografia, non propriamente un pranzo di gala.

Probabilmente vi starete ancora interrogando sul significato della frase iniziale. #Littlesecretfilm è un’idea che nasce in Spagna, dalla creatività dei due registi Pablo Maqueda e Haizea G. Viana, e che si sta velocemente diffondendo, sostanzialmente perché ha dato una direzione precisa ad una tendenza di fondo che nel mondo del cinema indipendente già ribolliva. Pablo Maqueda, regista con già alle spalle due webseries (e già qui l’interesse per l’online e la gratuità è manifesto), Denmark Street e All The Women, ha girato il lungometraggio Manic Pixie Dream Girl (An Internet Love Story) seguendo proprio le 10 regole del manifesto di #littlesecretfilm, che prevedono, in sintesi, la visione del prodotto artistico come un atto d’amore verso il cinema e verso gli spettatori, per questo è il solo regista a dover finanziare il film, che deve essere girato in 24 ore ininterrotte con una piccola squadra di volontari disinteressati al profitto.

Ogni pellicola, poi, dovrà essere distribuita gratuitamente in Internet, su una qualsiasi piattaforma a scelta del regista. È definito secret perché il film dovrà essere girato di nascosto, con telecamere digitali, e non dovrà esserci nessun tipo di promozione prima dell’uscita. Lo scopo di tutto questo? Pablo Maqueda dice: Vogliamo democratizzare il cinema. Il cinema è sempre stato un atto elitario. Solo chi aveva molti soldi poteva permettersi di girare, a differenza del giorno d’oggi dove possiamo fare cinema anche solo con il nostro cellulare. Con questo progetto vogliamo che tutti quelli che hanno il desiderio di fare cinema possano farlo e che le limitazioni imposte dal manifesto siano un impulso creativo, una sfida. Insomma, se il web va incontro al cinema, anche il cinema deve adattare le sue forme alle caratteristiche dell’online: Manic Pixie Dream Girl, ad esempio, è girato con delle tecniche di ripresa particolare in stile falso Youtube.

#Littlesecretfilm non vuole essere un nuovo movimento cinematografico o una scuola, ma solo un modello di produzione non commerciale, che va a premiare lo sperimentalismo e l’atto creativo e non i soldi o la pubblicità che ruotano attorno ai film tradizionali.

406255905_640_thumb

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: